Naoko Takeuchi

Naoko Takeuchi nasce il 15 marzo 1967 a Kofu. Frequenta l’università di chimica e si laurea con una tesi sull’utilizzo degli ultrasuoni nel settore medico. Sin dalla tenera età, la Takeuchi, evidenzia la sua passione per il disegno. A soli 19 anni, cioè nel 1986, partecipa e vince un concorso per autori emergenti, proposto dalla Kodansha. Il manga di debutto si intitola “Love Call”, pubblicata nel mensile Nakayoshi della Kodansha. La nostra autrice, lavorerà solo per questa casa editrice. L’inizio della carriera avviene nel 1988 con “Chocolate Christmas”, contenente due storie brevi dedicate all’amore, la prima dall’omonimo titolo e la seconda “Wink Rain”. Nel 1990 esce il suo nuovo volume autoconclusivo intitolato “Maria”; quest'ultimo riscuote un successo discreto e l’autrice Marie Koizumi si ispira a questa storia per un suo romanzo, Naoko cura le illustrazioni. Poi è il momento di “The Cherry Project”, uno shoujo sportivo con protagonista una neo-pattinatrice e il suo amore; questo manga vede la sua fine al terzo volumetto, nel 1992. Nel 1991 sulle pagine della rivista Run Run viene pubblicato un suo nuovo manga dal titolo “Codename wa Sailor V”, ovvero “Nome in codice Sailor Venus”. Questa opera getterà le basi e le idee per la pubblicazione del plurifamoso Sailor Moon. Sailor V narra le gesta di Sailor Venus, prima di entrare nel gruppo delle mitiche Sailor. Nel 1992 esce “Sailor Moon”, composto da ben 18 volumi; l’idea è a dir poco geniale e innovativa, mixare una storia d’amore stile shojo, dei combattimenti tra bene e male, le mosse di uno shonen e un disegno a dir poco strabiliante. Il successo del manga Sailor Moon non ha sosta, oltre allo strepitoso successo del manga e delle serie animate intorno alle guerriere più famose dell’universo si crea un merchandising gigantesco. Nel 1997 l’autrice decide di scrivere la parola fine al 18simo volume, che le ha fruttato tantissimo sia in fama che in danaro. Nel 1993 Naoko decide di pubblicare una raccolta di storie brevi dal titolo “Miss Rain e Prism Time”. Poi pubblica “PQ Angels”, una storia in stile fantasy e combattimenti e che ha per protagoniste due extraterrestri. Nel 1998 pubblica, sulla rivista di concorrenza “Takeuchi Naoko Hime Shakaifukki Panchi!!” (che nome ragazzi !!!!!), un manga autobiografico che racconta la sua vita in chiave ironica. Nel gennaio 1999 si sposa con un famoso mangaka, cioè Yoshiro Togashi, l’autore di “Yu Yu Hakusho” e “Hunter X Hunter” e si prende un periodo di vacanza dal suo lavoro. Il suo ritorno avviene nel 2002 nella sua casa di origine, cioè la Kodansha, con la sua ultima opera “Love Witch” un classico manga in stile maghette.  

Informazioni fornite da Sara Migliozzi. Grazie mille!!!

Home