Asaba in:Shackspeare in love

Era un caldo pomeriggio di primavera.

Yukino,allegra come al solito,dopo la colazione si mise le scarpe e uscì da casa Miyazawa.Davanti alla porta c’era lui:il bellissimo Soichiro Arima.

“Oh!Non sapevo che mi aspettassi”-disse Yukino un po’ stupita ,ma anche molto imbarazzata.

Arima non disse neanche una parola,ma la guardò con occhi dolci,la prese per mano e si avvicinò a lei.A Yukino le battè il cuore a mille,quando da lontano si sentì una voce familiare.

“Vuoi uscire con me bellissima ragazza dagli occhi dolci?!”-diceva la voce.Eh sì,ragazzi era proprio lui:Asaba.

Quest’atmosfera romantica che si era creata fra Yukino e Arima svanì,dopo aver sentito quella voce.

“Sarà sicuramente Asaba,riconoscerei quella voce dovunque”-disse delusa Yukino.

Arima allora prese per un braccio Miyazawa e cominciò a correre più veloce che poteva.

Intanto,Asaba stava svoltando l’angolo quando una ragazza in fretta e furia gli si piombò davanti e caddero a terra tutti e due.

Il ragazzo la aiutò ad alzarsi e quando si girò verso di lui;Asaba fu colpito da tanta bellezza:La ragazza era abbastanza alta,sicuramente più di Yukino(aveva pensato Asaba),magra,con un taglio di capelli sbarazzino di colore castano chiaro e due occhi verdi profondissimi…

Con il suo solito atteggiamento da fighetto,Asaba sfoggiò tutta la sua bellezza e con un tono non del tutto naturale le disse:”Sei una ragazza veramente carina,posso accompagnarti dove stavi andando?”

La ragazza non aveva fatto neanche una piega e con tono grottesco..”No!Sono tremendamente in ritardo,inoltre è il mio primo giorno di scuola in questa città,e non ho bisogno certo di accompagnatori”-gli disse-“Guarda che stai perdendo una grande occasione,pupa,allora dopo la scuola ti va di uscire con me?”-“Mi prendi in giro,brutto maniaco pervertito?!” e SCIAF!!Un bello schiaffo sulla guancia del nostro amico.Così la ragazza corse via infuriata.

Asaba stupito dell’azione della ragazza,estrasse dalla tasca uno specchietto,si guardala guancia schiaffeggiata e disse fra sé:”Maniaco?!…Pervertito?!…Che tipino…e non ho portato neppure la crema idratante…”

Yukino e Arima erano già arrivati a scuola da un pezzo e mancava più o meno mezz’ora prima che iniziasse la lezione.

“Senti Miyazawa?”-“Cosa c’è Arima?”-“Io vado in classe,devo spiegare un compito ad un mio compagno”-“Va bene! Io ti raggiungo  a momenti”-disse Yukino sorridendo dolcemente.

(Se volete saperlo in quel momento Arima si sentiva scoppiare).

Poi una ragazza molto carina si avvicinò a Yukino domandandole dov’era la classe prima superiore A.

“Se vuoi ti ci accompagno io,è la mia stessa classe”-“Davvero?Beh in questi casi meglio presentarsi:mi chiamo Hirashi Miyu e mi sono appena trasferita qui a Tokio”-“Piacere,io mi chiamo Yukino Miyazawa”.

Le due ragazze entrarono in classe e iniziò la lezione.Il prof. prima presentò Hirashi a tutta la classe.Quando ritornò a sedersi si accorse che tutti i ragazzi la stavano guardando,tranne (naturalmente) Arima concentrato sulla lezione.

Ad un certo punto piombò davanti alla porta dell’aula Asaba,e il volto di Hirashi diventò come il ghiaccio.

“Signorino Hideaki ha idea di che ore siano?”-disse con voce irritata il prof.-“Mi scusi ma oggi la sveglia non ha suonato…” (“Bugiardo!”pensò Hirashi)-“Farò uno strappo alla regola,ma che non si verifichi più!”

Asaba non si accorse della ragazza che aveva incontrato,ehm…con cui si era scontrato e si sedette al suo banco,in fondo vicino alla finestra.

All’intervallo Hirashi andò da Yukino (la trovava molto simpatica) e si accorse che con lei c’erano Arima e il ragazzo che lei sentiva di odiare.

“Ah!Ciao Hirashi,vieni ti presento i miei due amici”-Miyazawa la guardava sorridendo,era davvero contenta di avere una nuova amica.Intanto Asaba quando vide Hirashi,si stupì e non poté  credere che la ragazza era stata tutto il tempo nella sua stessa classe.

“Io ti conosco!”-disse Asaba -“Ci siamo incontrati,beh!Scontrati stamattina”-“Davvero Asaba?!”.

Hirashi tutt’un tratto diventò fredda e le passò la voglia di stare con Yukino,e la causa era lui:Hideaki Asaba.

“Beh!Perché non vieni?”-disse Miyazawa – “Scusa Miyazawa ma no ho voglia di stare in compagnia di quello,girò i tacchi e se ne andò;Asaba ci rimase male perché in un certo senso si sentiva legata alla ragazza,sentiva in sé un nuovo sentimento sincero:l’Amore!

Passarono alcuni mesi e Hirashi e Yukino diventarono due amiche inseparabili.

Un giorno Asaba volle parlare in privato con Arima di un problema,e per discutere andarono fuori in giardino sotto un albero.”Senti  Arima”-“Cosa c’è?”-“Tu esattamente come sei riuscito a conquistare Yukino?”-“Mica mi vuoi rubare la ragazza”-gridò Arima a dir poco furioso-“No stai tranquillo..Il fatto è che c’è una ragazza diversa da tutte le altre che non le importa niente di me e conquistarla è un impresa:cosa devo fare?”-“Devi essere te stesso.Io ho notato che,quando stavi intorno alle altre ragazze non “usavi” il tuo carattere vero e proprio.Quindi sii te stesso,il resto non conta”-“Grazie Arima!”-“Aspetta ma la ragazza di cui stai parlando è Hirashi?!” Asaba coprì la bocca ad Arima e gli rispose che era un segreto…

Così Asapin tolse la mano dalla sua bocca e continuò a dirgli che per conquistare Hirashi non bastava fare il figo di turno, doveva essere spontaneo e confessarle il suo amore al momento giusto…

Intanto, dall’ altra parte del cortile Yukino e Hirashi stavano parlando proprio di Asaba.

“ Io lo odio! Non mi piacciono i ragazzi che fanno i galletti per farsi vedere dalle ragazze, è patetico!”- “ Secondo me dovresti conoscerlo meglio, anch’ io la prima volta ho avuto una cattiva opinione su di lui, ma conoscendolo meglio ho capito che è un bravo ragazzo. Certo! Fa gran parte delle volte il galletto ma è molto gentile, te l’ ho assicuro…! Ho un’ idea! Domani faranno un provino per la parte di Giulietta. Romeo lo impersona Asaba, che inoltre sceglierà la ragazza; in questo modo potete conoscervi…”- “ No! Non se ne parla, preferirei fare il cespuglio!”.

E così la loro conversazione finì al suona della campanella.

Il giorno del provino c’ erano molte ragazze, tranne che Hirashi, non ci sarebbe mai andata…

Al momento della scelta, Asaba affidò la parte ad una ragazza piuttosto carina.

Quando Hirashi seppe la notizia, divento come triste. Ma cosa le stava succedendo?? Lo odiava e non poteva rattristarsi.

Qualche settimana dopo, il giorno prima della scenetta la ragazza  che doveva interpretare la principessa si ammalò; e Asaba non sapendo a chi rivolgersi chiese aiuto a Hirashi.

“ Neanche per idea!”-aveva risposto- “ Ti prego! Sei la mia unica speranza, lo sto chiedendo a te perché so che Yukino è impegnata con la festa dello sport insieme ad Arima…”.

Gli occhi del ragazzo erano tristi ma allo stesso tempo speranzosi, e Hirashi, vedendo per la prima volta quello sguardo, si addolcì senza farlo notare. Ed accettò.

Provarono tutto il giorno insieme e pian piano Hirashi si accorse che in fondo Arima era un bravo ragazzo.

Finalmente il giorno della recia arrvò, e fra il pubblico c’ erano anche Yukino ed Arima.

Hirashi era molto tesa e Saba per calmarla e rassicurarla gli diede la mano e le disse: “ Andrà tutto bene, vedrai!” Asaba fece un sorriso dolcissimo alla bella ragazza, che arrosì.

Quasi alla fine della recita Romeo diede un bacio a Giulietta, già! Ma sulla bocca! Perché in realtà doveva darglielo sulla guancia.

Dopo la recita Hirashi non poteva credere che Asaba l’ avrebbe  baciata sulla bocca, e con due dita si toccò le labbra. Poi Asaba, passando davanti a Hirashi, le disse: “Sappi che quel bacio, rappresenta quello che provo per te!” E se ne andò via.

Il giorno dopo Yukino andò al parco con Hirashi, e sedute sull’ altalena, parlarono della recita.

“ Ma perché Asaba ti ha dato un bacio sulla bocca, non doveva essere sulla guania? Il pubblico c’ è rimasto di stucco. E tu cos’ hai pensato di questo?”-disse Yukino- “Beh! Niente… Pero’ so solo una cosa: mi sono innamorata!”- “ E di chi?”- Hirashi arrossendo e facendo un sorriso dolce rispose: “ E’ una persona che mi è stata sempre vicino, che pensavo di odiare, ma che si è rivelata molto importante per me…”

Il vento trascinava con sé alcune foglie e petali di fiori di pesco, avvolgendo le dolci parole di Hirashi.

 

The End

Back to Fanfiction home